martedì 26 luglio 2011

2011 - ASSOCIAZIONE POETICA "CHIANTI FIORENTINO" - TAVARNELLE V. D P.


CASA SUL MARE



E ne risento silenzio di quella casa

da dietro tende

che il vento più non muove.

Di salmastro il tetto odorava

quando fanciulli i piedi snudavamo,

ilarità le bianche nuvole sfilacciate,

frutta e pietanze offrivano luce come sole.

Oggi non ha pupille per guardare

casa deserta affacciata sul mare,

occhi chiusi le finestre serrate,

per l’arsura appassiti gerani.

Abbandonata dimora

mesta nuda e muta nella memoria

tra pareti scorrono rivoli di pianto

fuochi spenti alle bocche d’infanti

al soffitto buie lumiere

pareti che s’incrociano

e ne fan vuote stanze.

I flutti sberleffano la battigia

e nel far ritorno dentro al mare

trascinano il tetto di trascorso infinito.



















1 commento:

Anonimo ha detto...

Congratulazioni per il premio conseguito. Meritato!!!
Joseph


Angioletto

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.